Winter school Digital Tales

 Roma, Piazza Borghese, 9
 14 novembre - 26 novembre 2022

Obiettivi

La summer school intende fornire le capacità critiche le conoscenze teoriche e le metodologie applicative e operative con le quali i partecipanti saranno in grado di poter leggere, comprendere, acquisire, sviluppare e valorizzare un bene culturale. 

Percorso formativo

Il percorso proposto è pensato come un susseguirsi di racconti, di episodi interlacciati, legati allo scibile della cultura architettonica costruita ed al suo modo di esprimersi mediante gli strumenti del digitale. Proprio rispetto a questa filosofia di approccio, ogni modulo del corso è pensato come un capitolo all’interno della narrazione ed affronta una tematica specifica individuata. La summer/winter school si compone di quattro capitoli:
● Capitolo I: leggere l'architettura (12 ore)
● Capitolo II: rilevare l'architettura (32 ore)
● Capitolo III: modellare l'architettura (24 ore)
● Capitolo IV: comunicare l'architettura (24 ore)

Nel primo capitolo vengono affrontate le tematiche, a carattere generale, relative alla lettura dei manufatti storici, dell’interpretazione critica e della loro lettura diacronica e sincronica.
Nello specifico, il modulo si compone di 12 ore, in cui le lezioni frontali (8 ore) saranno alternate ad attività sul campo finalizzate alla rappresentazione degli elementi architettonici mediante il disegno dal vero (4 ore). Questa prima fase è
propedeutica per assicurare la corretta capacità di leggere e discretizzare gli elementi degli organismi architettonici.
L’attività svolta racchiude una duplice istanza: da una parte, offre i lineamenti generali per comprendere i temi di studio, e, dall’ altra, è strumento propedeutico necessario per affrontare i moduli successivi, fornendo le competenze di base
per affrontare il rilievo, la lettura sintetica necessaria alla fase di modellazione e per veicolare in modo efficace la comunicazione dell’architettura attraverso le tecnologie digitali.

Nel secondo capitolo vengono forniti gli strumenti essenziali per l’acquisizione multi-qualitativa dei manufatti con l’ausilio di tecnologie di ultima generazione. Anche in questo caso, una quota parte delle attività si sviluppa mediante lezioni frontali con l’obiettivo di inquadrare dal punto di vista metodologico il rilievo. In questo modo l'allievo acquisirà consapevolezza teorica delle procedure informatiche che in seguito verranno sperimentate. Il focus del modulo, invece, ha un forte carattere laboratoriale, le attività di acquisizione dati mediante Laser scanner 3D, unitamente a quelle di acquisizione fotografica di carattere specialistico, sono effettuate direttamente in situ avvicinando i partecipanti alle pratiche di documentazione 3D sviluppate anche nell’ambito professionale. Alla fase di acquisizione e documentazione del manufatto si affianca la fase di elaborazione di modelli 2D e 3D mediante la gestione dei dati derivanti dal rilievo.

Il terzo capitolo affronta le problematiche relative alla produzione di modelli 3D digitali. In questo modulo vengono approfondite le complessità relative all’interpretazione critica di ogni elemento architettonico ed alla produzione di un suo corrispondente virtuale. Questo processo ha come obiettivo finale l’elaborazione di un modello tridimensionale, tale modello è pensato ed ottimizzato per essere stampato in 3D. Questo processo sfrutta le conoscenze pregresse dei partecipanti e le competenze acquisite durante le diverse attività per applicarle a tecnologie innovative di comunicazione del bene architettonico. Questa fase si conclude con la prototipazione del modello fisico tridimensionale, realizzato mediante una stampa 3D, derivato dal modello digitale elaborato.

Il quarto capitolo è dedicato alla costruzione dell’immagine dell’architettura nelle sue componenti materiche. Dopo aver acquisito, nei moduli precedenti, le conoscenze essenziali per l’interpretazione critica delle forme dell’architettura, il percorso di formazione si conclude con la sperimentazione dei processi di comunicazione del modello tridimensionale. Ciò avviene investigando le procedure di ottimizzazione dei modelli e di creazione dell’immagine digitale, a tal fine verranno affrontate le questioni legate all’interazione tra il modello 3D ed i dispositivi di realtà virtuale. Il modello digitale prodotto ed ottimizzato

Compila la domanda di ammissione che trovi nell'avviso di selezione della sezione download e inviala entro il 24 ottobre a digitaltales.dsdra@uniroma1.it

Altre info su: sapienza-summer/winter school - digital tales

Segui le digital tales sui social!

Instagram-digital tales

facebook-digital tales

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma