Premio Gubbio Sezione Universitaria

Il Premio Gubbio viene assegnato ogni tre anni dall'Associazione Nazionale Centri Storico-Artistici con l'intento di promuovere un concreto avanzamento nelle modalità di intervento sulla città e sul territorio storico. Il premio, rivolto ai progettisti, agli enti pubblici promotori, agli operatori privati e agli studenti, ha come fine quello di diffondere l'attenzione alle pratiche connesse alla missione storica dell'associazione, sia a livello nazionale con la Sezione Italiana e una Sezione Universitaria, sia a livello internazionale con la Sezione Europea e la Sezione Latinoamericana e Caribe.

L’Associazione Nazionale Centri Storico-Artistici (ANCSA) è stata fondata da Giovanni Astengo nel 1960-61 a Gubbio allo scopo di promuovere studi, ricerche e progetti, per la salvaguardia, il recupero e la valorizzazione delle città e dei territori di interesse storico, attraverso strategie di riuso e riqualificazione dei manufatti e dell'ambiente. Tra i suoi iscritti l'associazione ha avuto esponenti della storia dell'architettura italiana come Giuseppe Samonà, Piero Bottoni, Luigi Carlo Daneri, Giancarlo De Carlo e Giulio Carlo Argan che ne fu anche presidente. Il Premio Gubbio viene istituito dall’ANCSA nel 1990, in occasione del trentesimo anniversario della sua fondazione, e si struttura in una Sezione Nazionale che ha segnalato, in questi decenni di vita, esperienze di grande significato urbanistico, architettonico e culturale e in una Sezione Universitaria, alla quale concorrono tesi di laurea e tesi di dottorato; per poter ampliare il dibattito culturale e disciplinare, che fino ad allora era rimasto ristretto al solo ambito nazionale, dal 1993 a queste sezioni se ne è affiancata una terza, la Sezione Europea, aperta alla partecipazione di città europee. Nel 2009 apre la Sezione Latinoamericana e Caribe, che possiede uno statuto, un'organizzazione e una struttura indipendente ma che conserva i valori dell'associazione italiana nel promuovere il patrimonio storico culturale nei territori e nelle città dell'America centrale e meridionale.

© Università degli Studi di Roma "La Sapienza" - Piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma