Il Divenire dell'Europa

paema

Atelier Paema, con il patrocinio della Rappresentanza della Commissione europea in Italia, bandisce un concorso internazionale di idee aperto agli studenti dal titolo: 
Il Divenire dell’Europa - Idee architettoniche, creative ed artistiche per la conservazione del futuro dell’Europa

Partecipa con un’idea al divenire dell’Europa…

La risorsa per rovesciare la tendenza dell’Europa a farsi sentire distante e a non concorrere “all’essere felici di essere europei” può essere rappresentata, oggi, dalla creatività ed esperienza di giovani, artisti e professionisti.

L'Atelier PAEMA Spazio Urbano Protetto ha lanciato a Roma, lo scorso 21 Maggio  presso l’ Ufficio di rappresentanza del Parlamento europeo in Italia, il concorso internazionale di idee : “Il Divenire dell’Europa - Idee architettoniche, creative ed artistiche per la conservazione del futuro dell’Europa”, patrocinato dalla Commissione Europea in Italia, che ha concluso un ciclo di cinque incontri per l'Europa.
 
Il concorso è la sintesi di questi lavori e punta a rafforzare il dialogo tra Oriente e Occidente, tra Nord e Sud,  ponendo al centro l’interculturalità come altra faccia umana della  globalizzazione. E’ un'iniziativa aperta a coloro che sentono attuale il tema del “divenire dell’Europa” e che ne vogliono valorizzare il patrimonio culturale tramite la propria esperienza di testimoni non più passivi delle diverse tappe del cammino europeo.
E’ in questa prospettiva che vengono sollecitate proposte di idee progettuali architettoniche, creative, artistiche.
 
Il concorso è aperto a  tutti i cittadini del mondo e verrà promosso attraverso una serie di incontri in diverse città italiane, europee e del mondo tra le quali: Roma, Firenze, Reggio Calabria, Napoli, Bruxelles, Marsiglia, Berlino, Barcellona, Atene, Bucarest, Gerusalemme, Pechino, Shangai, Kunming, New York, Boston, Buenos Aires.
 
Le proposte dovranno pervenire entro il giorno 15 dicembre 2012, tramite posta elettronica all’indirizzo at.paema@gmail.com e le offerte saranno valutate da una autorevole Commissione di valutazione.