caffè letterario 22 marzo 2017

Progetto culturale Sapienza/ Caffè Letterario

Sanità & Insanità nell’Italia neoliberista

Dalla conquista del diritto alla salute all’ideologia della sua negazione

Mercoledì 22 marzo 2017, ore 17,30

Sede : Piazza Fontanella Borghese, 9 - Roma

 

Mercoledì  22 marzo, alle ore 17,30,  il quinto incontro della terza edizione del Progetto culturale Sapienza/Caffè Letterario è dedicato alla presentazione del volume di  Ferdinando Terranova, già docente  di Tecnologie per l’igiene edilizia ed ambientale, presso la Facoltà di Architettura di Sapienza, che affronta un tema di grande attualità: il diritto alla salute.

Si tratta di un volume di storia della sanità pubblica in Italia e del processo che ha dotato l’Italia di un Servizio Sanitario che risulta essere tra le eccellenze a livello mondiale (Fonte: Organizzazione Mondiale della Sanità). Una conquista storica che è stata possibile dalla convergenza di due pensieri forti: quello socialista-comunista e quello cattolico. Il volume rivisita come, dopo circa 40 anni di attuazione,  il sistema sanitario continui a garantire la protezione sanitaria a tutti i cittadini che si trovino sul territorio italiano aldilà del ceto sociale-economico e della religione. Anche se la risposta è, a livello generale, positiva, purtroppo, l’imporsi anche in Italia del pensiero unico neoliberista e le conseguenze dell’ancora irrisolta crisi economica, comportano una forte spinta delle classi dirigenti a depotenziare il diritto alla salute, in una prospettiva che penalizza ulteriormente  il ceto medio e quei cittadini che sono a ridosso della fascia della povertà. Si tratta, quindi, di un Servizio Sanitario residuale di copertura alle sole fasce deboli della popolazione, incrementando il co-pagamento delle altre fasce di reddito. L’Autore sostiene che solo una corretta pianificazione da parte delle comunità locali sia in grado  di  rilevare i bisogni sociali e sanitari  della persona  e le necessità in termini di servizi sociosanitari da organizzare. La trasparenza, però, richiesta dalla pianificazione è vista negativamente perché “il mercato, compreso quello della salute” non tollera vincoli.

Partecipano all’incontro : Ivan Cavicchi, docente di Sociologia delle organizzazioni sanitarie presso l’Università di Tor Vergata, Mattia Fumanti, docente di Antropologia sociale presso l’Università di St. Andrews  (Scozia), Francesco Ripa di Meana, Direttore Generale degli Istituti Fisioterapici Ospedalieri (IFO).

Modera gli interventi: Anna Maria Giovenale, Preside della Facoltà di Architettura.

Conclude: Mario Morcellini, Consigliere alla Comunicazione di Sapienza Università di Roma.